Bruges: la Venezia del Nord più romantica che ci sia

Ci sono tante città che vengono definite “Venezia del Nord” per via dei canali e dei ponti ma quella più romantica di tutte è Bruges o Brugge, a seconda della lingua in cui si pronuncia, francesce o fiammingo.

DSC00699

Bruges di raggiunge comodamente in treno da Bruxelles in circa un’ora, dopo circa un’oretta di volo da Milano. Io ho volato con Brussels Airlines. In generale muoversi in Belgio da Bruxelles è molto comodo, non è uno stato molto grande e la posizione di Bruxelles permette di raggiungere in un’oretta o poco più tutte le città principali del Belgio.

Il Belgio è anche una meta abbastanza economica per un week-end, sia in termini di voli sia per quel che riguarda il costo degli alberghi.

Appena arrivati in stazione Bruges si rivela subito una città bellissima, è infatti una tra le città medioevali più conservate ed è anche la città più visitata del Belgio oltre Bruxelles.

Appena scesi dal treno, Bruges si rimane incantati dalla bellezza dell’architettura fiamminga ,e anche per via della sua storia, dal 2000 è patrimonio UNESCO ed è stata capitale della cultura nel 2002.

Possiede moltissimi canali e ponti che attraversano la città vecchia, che creano una bella atmosfera romantica e rilassata.

DSC00702

DSC00664

Diciamo però due parole fondamentali sulla storia di questa città. Bruges è il capoluogo delle Fiandre Occidentali e dista solo 13 km dall’oceano atlantico, questa sua posizione le ha permesso, nel corso della storia, di diventare una città importantissima per i commerci di tessuti via mare. Era al centro anche di dispute  tra vari paesi per il controllo di questo tratto di mare. All’epoca di questi commerci Bruges faceva parte della Lega Anseatica ed era collegata direttamente con il mare da un estuario, che venne poi insabbiato circa 500 anni fa, permettendo alla città di rimanere come bloccata nel tempo, restando testimonianza di quel periodo.

Non essendo una città molto grande, Bruges si può visitare anche il giornata da Bruxelles, chiaramente se riuscite a ritagliarvi una notte in più sarebbe meglio per godere al massimo di questa zona bellissima, magari spingendovi fino al mare.

Facendo finta di avere solo un giorno, dalla stazione recatevi alla piazza del mercato, il Markt, da cui vedrete anche il campanile, il Belfort,  dove potete salire per godervi una splendida vista sulla città e sui canali. Vicino al Markt, c’è il Burg, un’altra piazza bellissima. Non potete mancare di andare a vedere il Municipiola cattedrale gotica e la Basilica del Sacro Sangue, dove sono conservati dei dipinti del famoso pittore fiammingo Van Dyck. Sulla piazza del mercato sorge anche il tribunale.

Il campanile
Il campanile
Io e le mie amiche nella Piazza del Mercato
Io e le mie amiche nella Piazza del Mercato

Ovviamente essendo una città piena di canali consiglio di fare una gita in barca attraverso i canali della città vecchia, questo vi permetterà di avere una diversa prospettiva sulla città e sull’architettura.

Durante tutta la visita alla città sarete attirati (come del resto un po’ in tutte le città del Belgio) dalle numerose cioccolaterie, dove vengono prodotti cioccolatini artigianali di ogni genere e forma, tutti buonissimi e perfetti come souvenir!

Se avete più tempo, a Bruges c’è uno dei musei più belli sull’arte fiamminga del posto, il Groeninge Museum.

Nella pizza del mercato troverete anche molti ristoranti e birrerie.

Purtroppo sono stata  Bruges qualche anno fa e al tempo le mie notizioni di fotografia erano pessime, perciò non limitatevi a guardare le mie foto, fate una ricerca delle immagini di Bruges su internet, non potrete fare altro che innamorarvi perdutamente e iniziare ad organizzare subito un week-end nelle Fiandre!

3 commenti

Lascia un commento