Un week-end a Praga

Praga è la capitale della Repubblica Ceca, che si raggiunge facilmente dall’Italia con voli low-cost.

Durante il mio week-end a Praga ho dormito all’albergo Hastal, che si trova nel centro storico, vicino alla Piazza della città vecchia. La location di questo albergo è molto tranquilla e ci ha permesso di girare la città senza prendere mai mezzi di trasporto, tutto a piedi. Io sono andata durante il ponte dell’Immacolata e ho goduto di una città addobbata per Natale e dei numerosi mercatini natalizi. Ho avuto fortuna perchè non faceva molto freddo, ma in quel periodo il freddo può essere parecchio.

Un consiglio che mi sento di dare subito è di visitare la città con il “naso all’insù” perchè gli edifici sono meravigliosi e spendidamente tenuti. Raramente ho avuto questa impressione visitando una città.

La visita della città di solito parte dalla città vecchia.

Le principali attrazioni di questa piazza sono la bellissima Chiesa del Týn, la statua del  Jan Hus e il famoso l’orologio astronomico del Municipio.

IMG_1915
orologio astronomico
IMG_1844
chiesa del Tyn


Intorno alla Piazza della Città Vecchia vedrete degli edifici di una bellezza unica, con facciate decorate da affreschi stupendi, piccoli archi che li unisono e passaggi stretti che portano verso altre piazzette piccole e riccamente decorate. E’ bello perdersi in queste piazzette secondarie perchè si scoprono angoli meravigliosi.

DSC00477

DSC00471
un esempio degli edifici nella città vecchia

DSC00465

A piedi si raggiunge facilmente piazza Venceslao, che sembra non essere nulla di speciale, ma è di grande importanza storica. Qui infatti il 16 gennaio 1969 vi si diede fuoco Jan Palach, uno studente universitario che protestava contro l’oppressione dell’Unione Sovietica durante la Primavera di Praga.

DSC00583
Piazza Venceslao
DSC00586
monumento in ricordo di Jan Palach

Importante a Praga è anche il Quartiere Ebraico, che non è lontano dalla Piazza della Città Vecchia e ospita la piú antica sinagoga funzionante dell’Europa centrale.

Tuttavia, il monumento più famoso è forse  Ponte Carlo, che unisce la Città Vecchia al borgo del castello e il Quartiere Piccolo, Malá Strana.

DSC00530
Ponte Carlo
IMG_1880
Vista dal quartiere del castello

Molte sono le leggende che si narrano sul Ponte Carlo.  Per esempio, la statua di San Giovanni Nepomuceno, che era il prete di corte di Venceslao IV. Fu fatto uccidere gettandolo appunto dal ponte. Circa verso la metà del ponte in direzione della Città Vecchia sul parapetto sinistro si trova una croce con cinque stelle e un basso rilievo che è usanza toccare per avere fortuna nei futuri dieci anni di vita.

IMG_1864
Io che mi presto alla tradizione.

Corre voce poi che il ponte non può crollare perché Carlo IV aveva ordinato di costruirlo mischiando alla malta l’albume d’uovo in modo che la malta tenesse più saldamente.

Arrivati dall’altra parte del Ponte di resta affascinati dal quartiere del Castello e dalle bellissime case ed edifici, anche qui decorati riccamente.

IMG_1908
quartiere del Castello
DSC00531
Il Castello

Di particolare attrattiva è il Vicolo d’Oro a cui si può accedere a pagamento. La via è forse la più colorata e ricca di edifici decorati della città, ed era famosa prima per le botteghe orafe, da cui prende il nome, e poi per essere stata la dimora di molti artisti.

In ultimo, ricordo a tutti di non dimenticare di assaporare la birra praghese, ottima, il gulash e, se lo trovate il Trdlo, un gustoso dolce. Se volete, ottimi affari si fanno con l’acquisto di gioielli con l’ambra.

Praga mi è piaciuta moltissimo, è una bellissima città con ottimo cibo e gente tranquilla, perfetta per un week-end perchè abbastanza contenuta da poter essere girata interamente a piedi, ma ricca di attrazioni e storia.

Guarda la Gallery

Il Mondo secondo Gipsy è su Facebook!

11 commenti

Lascia un commento