Fuga in Svezia

Ciao Viaggiatori, oggi lasciamo parlare Eva, che vive in Svezia, sentiamo cosa ha da dirci!

1) Cosa ti ha spinto a lasciare l’Italia?

Un mix di curiosità ed esterofilia, credo. Ho avuto la fortuna di viaggiare molto e di trascorrere del tempo all’estero durante gli studi, quindi dopo la laurea mi è semplicemente sembrato naturale cercare lavoro all’estero. L’ho trovato in Polonia, dove sono stata per due anni e mezzo, poi da lì mi sono spostata in Svezia.

2) Come mai hai scelto proprio questo paese?

Nutro un amore incondizionato per la Scandinavia, che si è solo rafforzato dopo il mio Erasmus a Oslo. Già allora mi ero ripromessa che prima o poi sarei tornata, da qualche parte in Nord Europa. La vita ha fatto un po’ di giri e sono passati un po’ di anni, ma poi sono finita per arrivare in Svezia, quindi ho mantenuto la promessa che avevo fatto a me stessa.

3) Da quanto tempo vivi qui?

Due anni e qualche mese.

4) Cosa ti piace di questo paese?

La natura, il senso civico, l’aria pulita, il clima.

5) Cosa non ti piace di questo paese?

Il fatto che la gente, pur di non invadere gli spazi altrui, tenda ad apparire un po’ chiusa e poco accogliente. Poi in realtà non lo è, ma tocca fare lo sforzo di penetrare questa corazza per farsi degli amici.

6) Cosa ti manca dell’Italia?

La mia famiglia e gli amici. Sensazione che viene ripagata immensamente quando qualcuno viene a trovarci in Svezia!

7) Cosa non ti manca dell’Italia?

Il clima, i treni, la mentalità di paese.

8) Pensi mai di tornare in Italia?

Ritornare non rientra nei miei progetti. Magari la vita mi smentirà, ma per come stanno andando le cose ora non ne ho l’intenzione.

9) Motivaci brevemente la risposta precedente. 

Sia io che il mio compagno abbiamo trovato la nostra dimensione qui e vorremmo mettere radici qua. Abbiamo entrambi un buon lavoro, ci piace la zona dove siamo, ci piace moltissimo il clima. Avevamo una situazione piuttosto stabile e tranquilla anche in Polonia, ma avevamo voglia di cambiare aria, provare un Paese diverso. Ci sembra di aver trovato qui quello che cercavamo.

10) Cosa ti senti di dire ad una persona che sta valutando di trasferirsi all’estero? Gli/le consiglieresti questa scelta?

Certo, se sta valutando questa possibilità vuol dire che comunque già ci sta pensando. Non deve essere per sempre, ma se ci sta pensando è giusto provare. Magari sarà proprio stando fuori che imparerà ad apprezzare l’Italia di più. O forse invece capirà che la sua strada puntava in una direzione diversa. Solo provando puoi darti una risposta a queste domande. E poi emigrare adesso, nell’era di Skype, dei voli low cost e del lavoro telematico è incredibilmente più facile.

 

Eva vive in un paese bellissimo, con paesaggi meravigliosi, come quello che potete vedere nella foto di copertina, che ha scattato in una zona non lontano da casa sua. Direi che possiamo capire tutti perchè ha scelto di vivere lì! Se volete seguire Eva potete farlo al suo blog che parla di cibo e viaggi!

10 commenti

      1. Mi sono ritrovata molto nell’intervista, anche io come lei andai in Erasmus nei freddi paesi scandinavi e ti attraggono c’è qualche cosa di magico

  1. “L’ho trovato in Polonia, dove sono stata per due anni e mezzo, poi da lì mi sono spostata in Svezia.” WOOW. Io ho fatto un anno in Polonia (come lei a Cracovia) e poi sono venuta in Svezia! Non ci credo che qualcuno ha avuto il mio stesso percorso *_* è fantastico!

Lascia un commento