#Worstintravel: le cose che più mi mandano in bestia quando viaggio

Un paio di notti fa faticavo a prendere sonno e non so per quale motivo mi sono venute in mente tutte quelle cose fastidiose che fanno gli altri quando viaggio, oppure quelle consuetudini assurde di compagnie aeree e compagni di viaggio che mi mandano in bestia.

Ho quindi pensato che sarebbe stato bello lanciare un tag cattivello e un po’ acido da condividere con voi per capire se ci danno fastidio le stesse cose ma anche per scoprire se una delle mie abitudini, che ritengo innocua, potrebbe mandare in bestia qualcuno.

Ora vediamo le regole di questo tag:

  1. Citare l’ideatore
  2. Citare chi ti ha taggato
  3. Rispondere con almeno due cose che proprio non sopportate quando siete in viaggio, non c’è un massimo.
  4. Taggare almeno due persone/blog, non c’è un massimo.

 

Ecco qui quindi la mia lista:

  1. Il sedile reclinato

Ma santa miseria! Già voliamo in un minuscolo spazio vitale come fai non renderti conto che se reclini il sedile mi trovo in una scatoletta di tonno?

2. L’uomo che russa dall’inizio alla fine lato corridoio.

Cioè, io ti invidio tantissimo perchè riesci a dormire in aereo, ma se sai di essere così prendi un lato finestrino, almeno non mi costringi a complicate evoluzioni di contorsionismo per andare in bagno.

3. La convocazione 4 ore prima del volo

Ho da poco portato i miei in aeroporto e ho scoperto che sono cambiate le regole di convocazione in aeroporto. Adesso i tour operator convocano 4 ore prima. Sono certa che ci siano validi motivi dietro ma… 4 ore? Cosa cavolo faccio 4 ore in aeroporto? Mica sono tutti scali attrezzati come Malpensa o Schipol nel mondo. Cioè 4 ore in un aeroporto piccolo tipo quello di alcune isolette caraibiche è da pazzi. Punto.

4. Quelli che parlano a voce alta in aereo

Lasciatemi provare a dormire. Non ci riuscirò comunque ma almeno fatemi tentare!

5. Quelli che arrivano in ritardo

Che siano amici o parte di un gruppo organizzato non lo sopporto. Scombina tutta la tabella di marcia ed è indice di mancanza di rispetto.

6. Quelli che hanno la valigia troppo pesante o i documenti imboscati

Ma dai, lo sai che la valigia deve restare entro un certo peso. Capita a tutti di sforare ma se capita a me io sto zitta e pago il supplemento. Che senso ha fare le scene al banco del check-in? La povera operatrice non ci può fare niente. E poi dai, lo sai che al check-in serve il documento d’identità… Preparalo per tempo!

7. Quelli che non sanno dove stanno andando

Un minino di informazione sulla destinazione vorrai raccoglierla no? Altrimenti tanto vale stare a casa e andare alla spiaggia più vicina.

8. Quelli che sporcano

Le tue cartacce portatele a casa! Non sei figo se le butti per terra!

9. I piedi di quello dietro puntati nella schiena

Eh ragazzi è scomodo per tutti, ma i piedi a casa propria grazie!

 

Ed ecco le mie nomination, spero vi vada di stare al gioco, se non ne avete voglia non importa 🙂 Ma anche chi non è stato taggato, se ne ha voglia può rispondere sul suo blog, consideratevi tutti taggati!

Voce del Verbo Partire

Trip&Dream

Una bionda con la valigia

alla fine di un viaggio

alla prossima fermata

Intrippando

Chiarina around the world

Meridiano 307

Viaggiare con gli occhiali

Cocco on the road

Non vedo l’ora di leggere i commenti di tutti, quindi fatemi sapere cosa vi imbestialisce quando viaggiate! Magari possiamo imparare tutti qualcosa!

73 commenti

  1. Sono ancora sconvolta al “4 ore prima del volo”! Io, se non devo imbarcare il bagaglio, arrivo sempre all’ultimo minuto. Pensa, il volo per Roma da Budapest con Ryanair parte alle 6.35 del mattino. Penso di non esser mai arrivata in aeroporto prima delle 6 😀 Posso farlo solo perché è un aeroporto relativamente piccolo, a Fiumicino o a Malpensa è impensabile!
    Grazie dl tag, buona domenica! 🙂

      1. Comunque se ti va di rispondere copia pure tutto, lo scopo è proprio capire cosa crea fastidio per diventare più coscienziosi! Quindi è come se ti avessi taggato!

  2. Post divertente e tremendamente vero….chissà che non porti a fare anche qualche esame di coscienza…in fondo tutti noi quando viaggiamo abbiamo qualche vizio “fastidioso” 😉

    1. Comunque se ti va di rispondere copia pure tutto, lo scopo è proprio capire cosa crea fastidio per diventare più coscienziosi! Quindi è come se ti avessi taggato!

  3. Inanzi tutto ti ringrazio per il tag e parteciperò tanto volentieri!
    Ma per ora voglio dire che le mancanze che hai elencato tu, danno fastidio all’ennesima potenza anche a me. Quella dei ritardi poi mi fa imbestialire e delle schifezze lasciate in giro pure!
    Comunque nei prossimi giorni scriverò il mio elenco!
    Grazie per il tag 🙂
    Claudia B.

  4. Ahahaha che dire… il sedile reclinato e quelli che arrivano in ritardo li brucerei tutti!!!
    L’uomo che russa ho paura a dirlo ma ancora non mi è capitato XD
    Comunque articolo divertentissimo e ahimè, veritiero! 🙂

    1. Anche in aereo lo fanno! E la gente che mangia cibo superpesante e puzzolente alle 9 del mattino? Ahah! Rispondi anche tu sul tuo blog a questo tag, secondo me è educativo e per una volta è divertente fare le acidelle! 😇

  5. Anni fa qualcuno mi soprannominò “ufficio reclami”, e da allora non sono riuscita a liberarmi di questo macigno della mia reputazione. Potrei sfruttarlo per proporvi anche io le cose che più odio in viaggio!

  6. Al punto uno aggiungerei quelli che non si danno pace e che alzano e abbassano lo schienale in continuazione. Io non dico che non ti devi devi muovere, ma almeno accertati di cosa sta facendo quello dietro di te: un paio di volte ho rischiato di fare una doccia bollente col caffè!

  7. Io applicherei pene corporali, oggi sono violenta, a chi non parla..URLA! In treno farei uno spicinio, la gente crede che tutto il vagone sia interessato ai fattacci loro…

      1. Mi ha fatto ridere quando ho sentito le urla, mi è venuto in mente il tuo commento al mio articolo e non potevo non scrivere! 🙂

      2. Ahahahahah..una volta con una bimbaminkia siamo quasi arrivate alle mani..aveva lo stereo portatile a PALLA, ed insieme ai suoi amichetti altrettanto bimbiminkia cantavano a squarciagola. Quando abbiamo chiesto, per favore, di abbassare i toni hanno iniziato ad inveire tipo scimmie pazze. La gente non si regola più!!

  8. Ciao condivido tutto ,ma quello che più odio e’ dormire in aeroporto ,perché l’aereo parte prestissimo, e trovare tutte le panche o occupate oppure con i braccioli così devi stare tutta la notte seduta magari con dei vicini chiassosi che parlano sempre

      1. A me e’capitato sia qui in Italia a Venezia e Milano che all’estero a Stansted e non riesco mai a trovare una posizione comoda per dormire infatti poi arrivo distrutta a destinazione.
        Prossima volta , se posso , prenoto un albergo vicino all’aeroporto se no cambio orario del volo 😂😂😂😂

      2. Qui abito vicino all’aeroporto quindi nel caso tornerei a casa, e all’estero non mi é mai successo! Ma nel caso sarebbe proprio uno sbattimento

    1. Comunque io nel dubbio scrivo sempre un commento sui blog di chi taggo con il link in cui sono taggati perché a volte non funzionano

  9. Ciao le due cose che proprio non sopporto sono il sedile reclinato e chi arriva in ritardo . In entrambi i casi si tratta sempre di mancanza di rispetto ! Nel mio ultimo viaggio con air-france addirittura i sedili davanti erano rotti e si reclinavano troppo…non c’è stato niente da fare la responsabile di cabina ha dato ragione ai due cafoni francesi che viaggiavano di fronte a me ed io ho viaggiato per 9 ore in uno spazio vitale ai limiti della sopravvivenza ! Con me air-france ha chiuso per sempre ! Complimenti per il blog !!! Laura

    1. Grazie mille per i complimenti! Ho scritto questo articolo perché ognuno di noi possa farsi un esame di coscienza sulle proprie abitudini che danno fastidio agli altri per correggerle. Se ti va di partecipare al tag #worstintravel considerati taggata!

  10. Questo tag mi piace molto, cattivello e acido al punto giusto 😉 E poi sono contenta perchè mi ha fatto scoprire il tuo blog…Ciao Beatrice, piacere di conoscerti 🙂

  11. Fantastico articolo!! Mi hanno taggato giusto ieri e sono in fase produzione della mia wrostintravel 😀 il tuo blog è stata una meravigliosa scoperta!!

    1. Grazie mille per i complimenti, faccio del mio meglio! Mi fa sempre piacere scoprire nuovi viaggiatori. Non vedo l’ora di leggere la tua lista “acidella”, mi sto facendo proprio grasse risate!

  12. Condivido tutto, ma proprio tutto!!!
    Al di là del fatto che sono una zabetta, manca proprio la civiltà, l’educazione e il buon senso.
    Basterebbe ragionare un po’ sulle cose.. ma niente. Ci sono tante persone che lasciano il cervello (sempre ne abbiano uno!) a casa…

    Bellissima iniziativa!!! Bravissima!!! 🙂

    Elena

  13. L’atterraggio con applauso primo fra tutti. Typical Italian Style. Io mi vergogno tutte le volte!
    Utilissimo TAG, complimenti! Sperando possa essere di aiuto e ispirazioni per qualcuno!

  14. Prendo spunto per arogmentare la tua critica sui sedili reclinabili.
    Ci sono compagnie che devi pagare un extra per poterti accomodare sui sedili posti sulle uscite di emergenza. Io sono alto 1.90 cm e posso capire benissimo il marketing e tutte le motivazioni economiche e strumentaliste. Ma se quei posti sono liberi non potete, voi hostess e steward, vietarmi di spostarmi se non entra nemmeno una mia mezza gamba nei vostri sedili, pergiunta reclinati! ahahahah seguite qualche storia sui miei viaggi. Ciao Gipsy, belle storie 🙂

    1. Non sono una hostess! 🙂 capisco il tuo disagio ma purtroppo chi si trova dietro non può ritrovarsi schiacciato. Se il posto dietro è libero sono d’accordo nel reclinare il sedile ma se non lo è no. Mio padre ha il tuo stesso problema ed è da tanto che prende il posto lato corridoio, così allunga almeno le gambe.

Lascia un commento