Fuga in Canada

Eccomi qui con un’altra intervista, questa volta ad una mia ex compagna di classe, Erika, che vive in Canada.

Ho avuto modo di visitare questo paese, proprio Vancouver e la parte ovest delle Montagne Rocciose canadesi e posso capire come mai la sua scelta sia ricaduta qui. Ma vediamo i pro e i contro di questo paese!

1) Cosa ti ha spinto a lasciare l’Italia?

Dopo aver terminato lo stage del mio master (Informatore scientifico della natura in ambienti marini) all’estero, non sono più tornata in Italia. Ogni sei mesi cambiavo destinazione e grazie a questo lavoro ho vissuto e lavorato a Boa Vista (Capo Verde), Zanzibar, Egitto, Grecia, Spagna e Messico.

2) Come mai hai scelto proprio questo paese?

Durante la mia stagione lavorativa a Zanzibar ho incontrato il mio ex ragazzo che era di Montreal. Mi ha convinta a seguirlo in Canada e ho fatto il permesso di vacanza/lavoro per il Canada. Ho lavorato come guida turistica in Quebec e Ontario e mi hanno mandato in British Columbia per un tour privato. Mi sono innamorata della west-coast e di Vancouver e ho fatto di tutto per trasferirmi qui e la mia testa dura mi ha aiutato, ora sono residente permanete.

3) Da quanto tempo vivi qui?

In Canada 4 anni ed a Vancouver 3 anni.

4) Cosa ti piace di questo paese?

La vasta natura incontaminata e la bassa densità, pensate che tutta la popolazione canadese è minore della popolazione della sola California. A Vancouver posso andare a scalare una montagna , vedere il tramonto in spiaggia e passare una serata in centro città tutto nello stesso giorno perché è circondata da spiagge e montagne. I canadesi, come popolo, per mia esperienza personale , sono molto rispettosi e gentili.

5) Cosa non ti piace di questo paese?

Purtroppo tra tutti i posti dove ho vissuto, Vancouver e il più lontano dall’Italia, quindi i miei rientri sono meno frequenti e più costosi. La Columbia Britannica è tra le provincie più care in Canada e alcuni servizi sono molto costosi, come per esempio l’assicurazione auto, internet, alcool e case.

6) Cosa ti manca dell’Italia?

La mia famiglia e gli amici.

7) Cosa non ti manca dell’Italia?

La chiusura mentale e la corruzione.

8) Pensi mai di tornare in Italia?

Tornarci in vacanza si ma tornare a viverci non penso, forse da pensionata, chissà, mai dire mai.

9) Motivaci brevemente la risposta precedente.

Ho trovato la connessione con la natura, il facile accesso e la poca distanza da oceano e foreste che è una qualità’ fondamentale per me e che a Milano mi era impossibile. Qui ho anche incontrato colui che diventerà’ mio marito l’anno prossimo.

10) Cosa ti senti di dire ad una persona che sta valutando di trasferirsi all’estero? Gli/le consiglieresti questa scelta?

Difficile a dirsi, ho lasciato l’Italia 10 anni fa quando la situazione del paese era diversa. Mi sono trasferita all’estero perché avevo voglia di esplorare, conoscere nuove culture e paesi e non stavo scappando da una situazione economica terribile o dall’incertezza del mio futuro. Io HO DECISO di lasciare l’Italia, non sono stata FORZATA a scappare per via degli eventi. Quindi suggerirei a chiunque sta pensando di lasciare l’Italia di ponderare la decisione perché non e’ facile lasciarsi la famiglia e gli amici alle spalle e cominciare una nuova vita se non si è spinti da una vera motivazione, ricerca di realizzazione personale e raggiungimento di obiettivi. Se si è forzati a prendere una decisione che non si condivide pienamente si può rischiare di rimpiangere la scelta e di non avere sufficiente forza interiore per tirare avanti nei momenti difficili, che accadono quando si sta cercando di creare una nuova vita lontani dal supporto di famiglia e amici. Ho sempre trovato gioia nelle mie scelte e, se guardo indietro, non cambierei una virgola, sono contentissima di ciò che ho compiuto in questi 10 anni e di tutte le decisione prese e auguro a chiunque di trovare lo stesso benessere all’estero che ho avuto e che tuttora ho.

Erika mi dice che la foto di copertina è di una spiaggia in centro città, la spiaggia di English Bay.

Non ha trovato molto cose negative da dirmi sulla vita in questo paese, non è un caso infatti, che il Canada sia sempre molto in alto nelle classifiche sui paesi con la migliore qualità della vita nel mondo. Che ne pensate? Ha fatto venire voglia anche a voi di trasferirvi in Canada?

3 commenti

Lascia un commento