turismo rurale

Turismo rurale: cos’è e perché è trendy

Ultimamente spesso sento parlare di turismo rurale e mi è venuta voglia di approfondire il tema. Appena si sente parlare di turismo rurale vengono in mente luoghi lontani, in campagna magari poco comodi, lontani comunque dalle masse e dalle strutture alberghiere classiche. Be’, è proprio così in effetti. E’ una forma di turismo in cui le aree rurali sono al centro dell’attenzione.

Ecco quindi che agriturismi, turismo verde in generale, turismo gastronomico, equestre, culturale ecc sono le attività al centro di questo tipo di turismo.

Qui ho avuto un’illuminazione: bene, io quindi spessissimo faccio turismo rurale e non lo sapevo nemmeno!

Infatti, chi è  amante della natura sicuramente già pratica turismo rurale sena saperlo. Non siete convinti? Vi lascio qualche esempio di turismo rurale.

Alcuni esempi di turismo rurale

Birdwatching

E’ una comune forma di turismo rurale, gli amanti di questa attività spesso si recano appositamente in zone “scomode” per appostarsi ore in mezzo alla natura ad aspettare che i loro volatili preferiti si mostrino. Ovviamente dormono e mangiano in zona, quindi è ovvio che si tratti di turismo rurale, in genere le zone più interessanti per avvisare gli uccelli non sono in mezzo alle città!

Aziende agricole e agriturismi

Se si scelgono queste soluzioni di solito si va in campagna, si accetta di dare una mano all’interno della tenuta, si mangia quello che produce l’azienda in cui siamo ospitati. Siamo quindi lontanissimi dai classici alberghi e totalmente immersi nella natura, circondati dagli animali che vivono nell’azienda in cui siamo ospitati. Super rurale!

Fattoria didattica

La fattoria didattica è strettamente legata al turismo rurale. Sono fattorie che aprono le porte a gruppi di alunni per incontrare gli animali della fattoria e la campagna in generale. E’ triste ma molti bambini di città raramente (o mai) hanno incontrato dal vivo mucche e galline. Le fattorie didattiche sono molto importanti.

Glamping

La parola Glamping è un mix tra glamour e camping,  quindi vuol dire di fatto fare campeggio ma in modo più comodo. Queste soluzioni sono ideali per chi vuole stare in mezzo alla natura accontentandosi di sistemazioni più comode rispetto ad una tenda ma più spartane rispetto ad un albergo.  Ovviamente queste soluzioni di trovano zone isolate nelle strutture ospitanti, che devono avere un buon territorio da offrire per essere attrezzate per il glamping.

Degustazioni eno-gastronomiche

E chi non è mai andato a farsi una mangiata con amici in agriturismo o cascina? Ecco qui la forma più amata di turismo rurale in Italia. Noi italiani siamo cibocentrici, tutto gira attorno al mangiare sano e al buon vino. Io non avevo mai pensato che una scampagnata godereccia con amici nella campagne lombarde potesse essere in realtà turismo rurale!

Trekking

Il trekking va da sé che si deve praticare in mezzo alla natura. Di solito in aree montane o parchi nazionali. E poi verso mezzogiorno ecco che ci si ferma al rifugio e ci riconduciamo al punto sopra!

Equiturismo e cicloturismo

Ultimamente molte persone amano scegliere vacanze eco sostenibili e a contatto con la natura, dove la lentezza è un must. Ecco quindi che si sono sviluppate forse di turismo come l’equiturismo che si fa a cavallo e il cicloturismo, con le biciclette.

WWOOFing

Di questo modo di viaggiare ne avevo già parlato in passato. Si tratta di una forma di lavoro lavoro volontario in le fattorie scelgono di ospitare volontari che contribuiscano al lavoro in cambio di vitto e alloggio. Ideale per chi ha tempo di viaggiare con molta lentezza e vuole farsi ospitare.

Inutile dire che questo tipo di turismo si sta diffondendo sempre più. L’attenzione alla natura e la necessità di disintossicarsi dai ritmi frenetici della città lo stanno rendendo un tipo di vacanza sempre più trendy.

Vi ho convinto? Pratichiamo già tutti turismo rurale e non lo sapevamo!

11 commenti

  1. Nella mia zona Langhe e Monferrato, si fa proprio il generale di turismo di cui parli tu: un turismo in B&B abbastanza spartani, oppure di lusso. Dipende dalle proprie tasche. E’ zona Unesco e quindi ci sono anche campeggi oppure ville antiche che possono essere affittate. A Natale, ad esempio, Buffon ha alloggiato a pochi km da casa mia in una villa stupenda con davvero tutti i confort e della quale non conoscevo neppure l’esistenza…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.