corea del sud

Fuga in Corea del Sud

Dopo un po’ di tempo torna la rubrica Italiani in Fuga grazie a Francesca che vive in Corea del Sud.

La Corea è uno di quei paesi davvero molto diversi dall’Italia e sono contenta di leggere come se la cava un italiano laggiù. Ecco qui le risposte di Francesca:

1) Cosa ti ha spinto a lasciare l’Italia?

 Io in Italia fin da piccola mi sono sempre sentita un po’ fuori luogo mentre, dopo essere stata per un breve periodo in Corea del Sud, mi sono resa conto che quello era il mio posto nel mondo. Un po’ per la cultura, sentendomi stranamente più vicina a quella coreana che italiana, un po’ perché comunque mi sento più me stessa e più libera quando mi trovo là. E’ una sensazione bellissima. Poi essendo appassionata di questo mondo e studiando la lingua ovviamente viverla tutti i giorni fa la sua differenza.

2) Come mai hai scelto proprio questo paese?

 Come ho detto prima, mi sento molto vicina alla cultura coreana e andare a vivere in Corea del Sud è sempre stato il mio sogno fin da quando andavo al liceo. Inizialmente da ragazzina è nato come amore per la musica ma poi si è trasformato in una passione vera e propria. Non solo amo tutto ciò che riguarda la Corea ma lo sento proprio mio, come se ci fosse un legame interiore.

3) Da quanto tempo vivi qui?

 Ho vissuto per un anno a Busan e ora dopo un periodo in Italia mi sto trasferendo di nuovo anche se questa volta ad Ulsan

4) Cosa ti piace di questo paese?

 Le cose che adoro di questo paese sono davvero tante. Il fatto che sia una società che si basa molto sulle regole da cui deriva, di conseguenza, anche una bassa percentuale di criminalità. In Corea puoi essere una ragazza e girare da sola alle 2 di notte e sentirti comunque al sicuro. Inoltre adoro la lingua, lo stile di vita in generale, la cultura antica e moderna.

5) Cosa non ti piace di questo paese?

Molte aree non sono pulite come si pensa perché comunque la gente tende a gettare immondizia per terra.

6) Cosa ti manca dell’Italia?

 Mi manca tantissimo il cibo.

7) Cosa non ti manca dell’Italia?

La connessione internet lentissima in confronto a quella coreana. La micro criminalità nelle grandi città. L’inefficienza di alcuni servizi pubblici.

8) Pensi mai di tornare in Italia?

 Ci penso, sì. Anche se la voglia di restare in Corea è sicuramente più forte.

9) Puoi spiegare brevemente le motivazioni della risposta precedente?

 Come ho detto prima sento che il mio posto è questo. Per quanto mi manchi la mia famiglia e le piccole cose, io davvero quando sono in Corea del Sud mi sento viva più che mai.

10) Cosa ti senti di dire ad una persona che sta valutando di trasferirsi all’estero? Gli/le consiglieresti questa scelta?

Che se è un vostro sogno o comunque pensate che può essere una scelta che può farvi felici fatelo senza farvi frenare dalle paure. Fatelo e basta. E non ve ne pentirete.
Ed ecco qui un’altra connazionale felice della sua scelta!
Se volete seguire Francesca nella sue avventure coreane potete farlo dal suo blog oppure da Instragram e Twitter.

Un commento

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.