Cosa fare per non annoiarsi in aeroporto

Cosa fare per non annoiarsi in aeroporto

Cosa fare per non annoiarsi in aeroporto è LA domanda a cui sto cercando di rispondere da anni.  Mi è capitato più volte di avere scali lunghi, voli in ritardo o convocazioni in aeroporto dalle 3 alle 4 ore prima dell’orario di partenza del volo. In quei casi le ho provate davvero tutte per non annoiarmi e non sempre ci sono riuscita, soprattutto quando gli aeroporti sono molto piccoli. Però dai, ci provo lo stesso a darvi un paio di consigli.

Cosa fare per non annoiarsi in aeroporto

Oltre alle solite cose note come leggere, stare su internet, parlare con gli altri viaggiatori, andare in bagno anche se la pipì non scappa, bere il caffè, ci sono una serie di cose che faccio quando la noia raggiunge limiti inaccettabili.

1. Andare a caccia di Vip

Eheh, ammetto che ogni tanto lo faccio, soprattutto quando sono in aeroporti ad alto tasso di traffico VIP, come Linate a Milano. Di tanto in tanto qualcuno lo incontro. Negli anni ho visto presentatori, cantanti e alcuni calciatori (una volta uno era sul mio aereo). Quindi se proprio ho tante ore da “ammazzare” mi metto a studiare le file dei check-in Alitalia. Prima o poi qualcuno lo becco.

2. Fare foto a tutto

Su Instagram le foto in aeroporto spaccano, quindi mi metto in modalità turista giapponese e vado si selfie e foto varie.

3. Esplorare l’aeroporto nella sua totalità

Soprattutto all’estero a volte sono davvero interessanti, ci sono negozi mai visti e souvenir improbabili.

4. Assaggiare cibo locale

Idem come sopra, alcune volte mangiare e bere è l’unica salvezza per far passare un po’ di tempo.

5. Shopping come se non ci fosse un domani

Molto spesso mi ritrovo a fare shopping all’aeroporto, soprattutto a causa dell’odioso problema dei liquidi. Mi piace comprare cibo e bevande locali ma, per esempio, in Repubblica Dominicana sarebbe stato impossibile comprare il rum fuori dall’aeroporto. Non mi sarei fidata a metterlo in valigia…

6. Dare un volto ai ritardatari

“Ultima chiamata per il volo X, i signori YZK sono attesi all’imbarco!”

Ecco io sto lì, speranzosa, a scrutare la folla in attessa che YZK si palesino, per poterli guardare scuotendo la testa.

7. Cercare di capire cosa stanno leggendo le persone accanto a me

Ok, lo ammetto sono una di quelle. Ma tra le mie cose da fare per non annoiarsi in aeroporto c’è anche questa. Quando la noia si fa mortale, anche se il tizio accanto sta leggendo un libro in cirillico vorrei riuscire a capire cosa sta leggendo. Così, tanto per farmi una idea di cosa leggono gli altri.

8. Pianificare il prossimo viaggio

Oddio questo lo faccio un po’ sempre, ma in aeroporto ancora di più. Del resto in quel momento sto partendo, oppure sto tornando, in ogni caso sono in viaggio! Quindi sono carica e piena di emozioni, ma ne voglio di più. Sempre. Non so più quanti viaggi ho già organizzato che sono lì in attesa di essere realizzati.

9. Leggere le istruzioni e i cartelli di qualsiasi cosa mi capiti a tiro

Questa è l’ultima spiaggia. Tipo dopo 4 ore di scalo, quando sono proprio alla frutta. Leggo le istruzioni di oggetti in vendita al duty free o i cartelli che trovo in giro.E li commento pure in modo critico. Alcuni sono proprio fatti male! 😀

Almeno secondo me e la mia mente malata, ecco cosa fare per non annoiarsi in aeroporto, voi che metodi usate? Sono certa che qui sotto nei commenti scoprirò cose nuove da fare!

28 commenti

  1. assaggiare tutto …. e poi se vi capita una aereporto tipo quello di Amsterdam c’è una area relax favolosa …… altro passatempo guardare le facce delle persone ….

    1. Ci ho pensato un sacco di volte! Ma poi in aereo mi metto nelle posizioni più strane per cercare di dormire e va tutto a quel paese!

  2. Caspitina, Bea la prima cosa che fa è quella di farsi sicuramente una seconda colazione. Mi porto anche un libro e leggo oppure ripasso il programma del mio viaggio. A Linate e Malpensa non sono invogliata dallo shopping però andare a caccia di VIP mi mancava proprio. Solitamente vado in giro con le fette di salame sugli occhi ed io di VIP non ne ho mai incontrati 🙁 Fotografare ogni cosa potrebbe essere un’idea. Vedrò cosa farò al prossimo viaggio. Un salutone Bea

    1. la doppia colazione è scontata! ma qui come hai visto sono oltre il delirio! quando non si sa più cosa fare! ciao a te bea, da un’altra bea 🙂

  3. Premetto che sono una novellina per quanto riguarda i viaggi (ne ho fatti pochi e gli scali erano veramente ridicoli), ma la mia problematica non è tanto l’attesa, quanto il volo! Devo trovare un vademecum del viaggiatore terrorizzato! Un saluto, Matilde

      1. Ho appena letto, ti ringrazio! Ma mi sa che dovrò scavare un po’ più a fondo (perchè sono totalmente terrorizzata) e tra un mesetto, mi prenderò qualche calmante 😉

      2. Questo è il periodo meno adatto purtroppo, spero che con “l’alta concentrazione” di voli che prenderò in un mese e mezzo, riesca un po’ a rilassarmi. In futuro, quando avrò tempo libero, se mai questa paura ancora non mi avesse abbandonata, dovrò trovare il modo di fare questo corso!

      3. Se ti può consolare mio marito aveva paura di volare, poi a furia di viaggiare con me ora è super rilassato.

  4. Io passo il tempo incantata davanti al tabellone delle partenze. Guardo la destinazione e discuto con marito e figlia il tipo di vacanza che si potrebbe fare e cosa si può vedere. Viaggio virtuale insomma, in attesa di quello vero!

  5. Mamma mia quanto odio le attese. Solitamente comincio a smanettare sul cellulare sperando che il tempo passi in fretta!
    Sono troppo zecco per fare shopping o mangiare in aeroporto…. costa troppo 😛

  6. Io spesso penso a frasi a caso come “La fresca aria delle turbine” o “Topo Gigio scopre di essere stato un gasdotto e nessuno se n’era accorto”. C’è da sbizzarrirsi!
    Altro modo è quello di portarsi la fidata macchina fotografica, come la mia DC-FZ82 di Panasonic Lumix e fare tante foto ai cartelli fatti male per poi mandarle agli amici su Telegram! I libri anche qui sono il top…

    1. quello anche io. ma ci sono volte che mi stufo pure di quello… queste sono le cose che faccio dopo, quando la noia ormai è a briglia sciolta e ho letto tipo un libro intero nell’attesa. 🙂

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.