Tripadvisor: carcere per false recensioni

Brutte notizie per chi lascia false recensioni su Tripadvisor! Avete sentito la notizia uscita ormai un paio di settimane fa? Finalmente un tribunale, in particolare quello di Lecce, ha sentenziato che scrivere recensioni false utilizzando è un crimine secondo la legge italiana e va punito con carcere. Lo stesso Tripadvisor si è costituito parte nel processo contro un’agenzia che vendeva false recensioni.

Tripadvisor: sentenza storica

Secondo lo stesso Tripadvisor si tratta di una notizia da festeggiare. Tripadvisor è dal 2015 che sta bloccando le attività delle aziende che procurano false recensioni ma avere il supporto della legge è davvero molto, fa tutto da soli risulta difficile e senza una punizione esemplare alla fine, c’era poco da fare. Oggi invece meglio pensarci due volte… Anche se, mi auguro, che la pena poi la facciano davvero in carcere!

Ottima notizia anche per noi viaggiatori! Saremo un po’ più tutelati anche se, certo, individuare i falsi recensori non è un lavoro facile.

Io personalmente uso molto questa piattaforma e la trovo uno strumento davvero utile. Non mi fido degli estremi: né di chi tesse lodi esagerate benché meno di chi spara a zero su tutto, soprattutto quanto, sono gli unici a sparare a zero a fronte di tante recensioni positive. Mi fido invece, e molto, della media. Se su 400 recensioni buone, ce ne sono due pessime non le prendo in considerazione, ma se sono tutte brutte… Insomma, la media per me vince, soprattutto quando più recensioni dicono la stessa cosa. In alcuni casi ho anche scritto al recensore per capire meglio, perché magari le sue parole mi hanno messo in dubbio. Così facendo devo dire che non ho mai avuto brutte sorprese.

Qualsiasi community, è uno strumento utile nel momento in cui c’è onesta condivisione. E mi piace pensare che ancora oggi, nonostante tutto, l’onestà alla lunga paghi, in qualsiasi settore!

Gipsy

Sono una viaggiatrice e una accanita lettrice, amo molto anche gli acquari e il mondo sottomarino.

10 pensieri riguardo “Tripadvisor: carcere per false recensioni

  • 26/09/2018 in 10:20
    Permalink

    A me il carcere per una falsa recensione sembra un tantino esagerato però delle multe salate si! Spero in ogni caso che inizino a prendere qualche provvedimento

    Risposta
    • 26/09/2018 in 10:23
      Permalink

      anche a me, anche perché tanto sappiamo benissimo che in galera non ci finiscono nemmeno i pluriomicidi in questo paese ancora un po’… però era senza dubbio ora di prendere seri provvedimenti!

      Risposta
    • 26/09/2018 in 14:00
      Permalink

      sì infatti, però è giusto punite i comportamenti scorretti, posto che il carcere sia un filino esagerato!

      Risposta
  • 26/09/2018 in 14:51
    Permalink

    Ho rilasciato centinaia di recensioni su Tripadvisor negli ultimi quindici anni. Ritengo che la piattaforma possa essere davvero utile per orientare il popolo di Internet nella ricerca di strutture che soddisfino le esigenze di ogni singolo viaggiatore. L’unico limite (a mio avviso) è rappresentato dal fatto che le recensioni su T.A. non sono mai verificate (a differenza di quanto accade invece con Booking.com ovvero, in ambiti diversi, anche con Amazon) e, pertanto, vanno sempre prese col beneficio d’inventario. Ciò nonostante concordo con te: per la legge dei grandi numeri un albergo con tante recensioni positive e tre o quattro negative si presume possa essere considerato un buon albergo mentre, viceversa, un albergo o un ristorante con pochissimi giudizi positivi ed una valanga di opinioni negative, in linea generale, non lascia presagire nulla di buono…

    Risposta
    • 26/09/2018 in 15:17
      Permalink

      in realtà mi è capitato di scrivere una recensione pessima e sono stata contattata da tripadvisor per verificare il soggiorno, hanno voluto ricevuta ecc. quindi secondo me dei controlli casuali li fanno.

      Risposta
  • 27/09/2018 in 11:33
    Permalink

    Questa sì è uan buona notizia!! io sono sicuramente una grande fan di tripadvisor, lo uso sia per cercare che scrivere recensioni da almeno 10 anni, e nonostante gli scettici, lo trovo un ottimo strumento; forse perchè lo uso in modo critico come fai tu.
    Spero che questa sentenza renda il portale ancora più affidabile e preciso.

    Risposta
    • 28/09/2018 in 10:28
      Permalink

      Infatti, anche se ho i miei dubbi che in questo paese in carcere ci vadano davvero

      Risposta

Lascia un commento! :-)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: