Lugano: cosa fare e cosa vedere

Ciao Viaggiatori, se mi avete seguito sui social vi sarete accorti che questo week-end ero a Lugano, per il Salone Svizzero delle Vacanze.

Naturalmente, è stata un’occasione per riscoprire una città che avevo già visto in passato, ma scoprendo qualcosa di nuovo. Quindi eccomi qui a parlarne!

Come arrivare a Lugano e come muoversi

Io sono fortunata perché da Milano Centrale c’è un ottimo treno, il TILO (Treno regionale Ticino-Lombardia) che in una sola ora porta a Lugano. Ogni tratta costa 13 euro in seconda classe, ed è veloce, pulito e molto comodo. Quindi mi raccomando usatelo. Altra cosa importante, se alloggiate presso uno degli hotel della città, avete diritto a chiedere alla reception la Ticino Card, che vi permetterà di muovervi sugli autobus della città gratuitamente. Inoltre, ci sono una serie di riduzioni per musei e funicolari. Nel link sopra trovate tutto quello che c’è da sapere. Io l’ho usata ed è stata molto comoda. Se invece non alloggiate in hotel bisogna fare i biglietti. In questo caso sul sito di TPL, l’azienda trasporti luganese, trovate prezzi e zone. I biglietti si possono fare alla fermata anche con carta di credito, mi raccomando di fare quello corretto in base alla distanza da coprire, i controlli ci sono e sono severi.

Cosa vedere a Lugano

Lugano è una città che si sviluppa sul lungolago, ma ci sono anche cose da vedere sulle colline accanto alla città.

Passeggiando sul lungolago, ci si imbatte in Villa Ciani e nel Parco Ciani, il luogo dove si va per rilassarsi. Qui c’è forse uno degli scorci più belli sul lago: quello del famoso cancello sull’acqua. E’ molto suggestivo, peccato per il tempo brutto, sarebbe stato uno scatto magnifico!

La visita quindi prosegue verso Piazza della Riforma e da qui si sale per una decina di minuti verso la Cattedrale di San Lorenzo, che è una tappa obbligata anche per la vista che si gode sul lago.

Scendendo dalla cattedrale è possibile passeggiare tra le vie più eleganti di Lugano, e sbirciare nelle vetrine dei negozi di orologi e preziosi e di quelli che vendono cioccolatini!

LAC e Santa Maria degli Angioli

Continuando a costeggiare il lago, si giunge ad una chiesetta meravigliosa. Si tratta di Santa Maria degli Angioli, una chiesetta recentemente restaurata che nasconde una meraviglia. Costruita tra gli anni 1499 e 1500, custodisce l’affresco della Passione e della Crocifissione, opera del discepolo di Leonardo, Bernardino Luini. Io sono appassionata di arte e ho riconosciuto l’influenza di Leonardo e devo dire che sono rimasta incantata davanti a questa inaspettata bellezza, da fuori sembra una chiesa come tante, ma all’interno è davvero magnifica.

Proseguendo di poco, si arriva ad un’ampia piazza con una costruzione moderna. Si tratta del LAC, il centro culturale dedicato alle arti visive, alla musica e alle arti sceniche. Qui si possono vedere spettacoli musicali, teatrali di danza e mostre. A proposito di mostre, ho avuto la fortuna di vedere quella attualmente ospitata su René Magritte. Ho sempre amato molto impressionismo e surrealismo, quindi sono stata molto felice di vedere la mostra.

Al Bookshop del LAC, al prezzo di 10 franchi è possibile fare un’esperienza particolare: la visita in realtà aumentata del complesso del LAC e della vicina chiesa di Santa Maria degli Angioli. Purtroppo, dal momento che avviene con occhiali 3D, non mi è stato possibile fare foto da proporvi ma vi basti il mio faccione con gli occhialoni! E’ però un’esperienza da provare, anche se fa un po’ strano girare attorno il complesso così!

Sulle colline attorno a Lugano

A causa del maltempo, non sono riuscita a salire sul Monte San Salvatore, da cui si gode di una bella vista dall’alto, mi è molto dispiaciuto, ma sarà per la prossima volta! Vi rimando però al link dedicato al Monte per farvi vedere la vista di cui potreste godere da lassù! Da sapere che con la Ticino Card c’è il 30% di sconto sul biglietto della funicolare, quindi ne vale la pena.

Su un’altra collina, Montagnola, sorge la casa di Herman Hesse, famoso scrittore e autore, tra gli altri, del famoso libro Siddharta. La visita a Montagnola, oltre per visitare il museo, è consigliata  anche per la bellezza della Collina D’Oro, l’area in cui sorge la casa, anche da qui la vista sul lago è meravigliosa.

Dorme dormire e cosa mangiare a Lugano

Lugano è una città piuttosto cara per le tasche di noi italiani, ma devo dire che quando si trovano ristoranti accoglienti e gustosi, sono contenta di spendere qualcosa in più. Ho trovato un’ottima pizzeria, Al Barilotto, dall’atmosfera calda e accogliente e mi ha servito una delle migliori pizze mai mangiate fuori dall’Italia.

Ho invece dormito proprio lì accanto, all’Hotel de la Paix. Vi dico solo che ho dormito 10 ore 🙂

Ho scoperto una Lugano godibile, rilassante e culturale, sicuramente è consigliata la visita anche per una gita in giornata, magari sperando in un tempo migliore di quello che ho trovato io perché, se vi sforzate di immaginare le foto che ho fatto con il sole, vi assicuro che è davvero carina.

Vi lascio anche il link al video di YouTube che ho fatto su Lugano e la miniguida grafica della città, anche in pdf!

lugano

Concludo il post ringraziando moltissimo il Salone Internazionale del Turismo Svizzero, Lugano Region e il LAC per avere organizzato un piccolo blogtour che mi ha permesso di riscoprire Lugano con nuovi occhi.

Gipsy

Sono una viaggiatrice e una accanita lettrice, amo molto anche gli acquari e il mondo sottomarino.

19 pensieri riguardo “Lugano: cosa fare e cosa vedere

  • 07/11/2018 in 9:00
    Permalink

    Non sono molto d’accordo sulla qualità del servizio TiLo, ma forse sono stato sfortunato.
    Lugano ha in effetti un’aria rilassante, sopita.

    Risposta
    • 07/11/2018 in 9:05
      Permalink

      Ma dai? il mio treno è stato puntuale e pulito. non ho proprio nulla da segnalare di negativo! Immagino che le giornate no capitino anche al TILO!

      Risposta
  • 07/11/2018 in 9:12
    Permalink

    Ciao gipsy, veramente complimenti per l’articolo. Anche io sono atato a Lugano da poco e devo dire che il tuo articolo rispecchia alla grande la mia esperienza. Tutto preciso e in ordine, è strano pensare che ha pochi km dal confine dall’Italia ci sia tanta organizzazione.

    Risposta
    • 07/11/2018 in 9:13
      Permalink

      Grazie 🙂 Eh già! poi la città è contenuta ed è davvero molto godibile. Cosa ti è piaciuto di più di Lugano?

      Risposta
      • 07/11/2018 in 9:17
        Permalink

        Vero! Ma mi auguro che tu l’abbia vista con il sole! La prossima volta spero di riuscire a salire sul Monte San Salvatore, ma ci vuole una bella giornata di sole.

  • 07/11/2018 in 9:14
    Permalink

    Che carina Lugano! Ne ho un bel ricordo, anche se stiamo stati una notte sola, di passaggio verso la Baviera. Splendido quel parco e quel cancello sul lago. Quando lo abbiamo visitato era una splendida giornata di sole e due sposini si stavano facendo le foto proprio lì davanti …😍

    Risposta
    • 07/11/2018 in 9:16
      Permalink

      eh sì, peccato davvero per il brutto tempo, col sole è davvero un’altra cosa. Erano anni che non ci andavo. Ed è stato il mio primo viaggio da sola dopo tanto tempo.

      Risposta
  • 08/11/2018 in 5:42
    Permalink

    interessante presentazione! Ci invogli proprio ad aggiungere questa meta al nostro calendario di viaggi!!grazie GIPSY!!!

    Risposta
    • 08/11/2018 in 7:33
      Permalink

      Grazie! In effetti è proprio ideale per un paio di giorni riassanti

      Risposta
  • 09/11/2018 in 12:07
    Permalink

    Voglio tornare a Lugano da tanto tempo, e vedere le tue foto mi ha fatto viaggiare con la mente!
    Ha senso secondo te andare in giornata andata/ritorno da Milano?

    Risposta

Lascia un commento! :-)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: